Comune di Basiliano

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

Il tributo sui servizi indivisibili - TASI - è il tributo riferito al finanziamento dei costi per i servizi indivisibili (illuminazione pubblica, viabilità, manutenzione del verde, ecc.) dovuto dal proprietario (o titolare di diritti reali) o dal detentore, anche di fatto, di fabbricati ed aree edificabili come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria,
Nel caso in cui l'immobile sia occupato da un soggetto diverso dal proprietario (o titolare del diritto reale), quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria.
Le norme che disciplinano l'applicazione del tributo sono contenute nella Legge di Stabilità 27.12.2013 n. 147, e successive integrazioni e modificazioni, e nel Regolamento comunale adottato con la deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 30.07.2014.

ANNO 2017

Anche per il 2017 vige l'esclusione dell'abitazione principale dal tributo TASI, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
Pertanto nel Comune di Basiliano il tributo non è dovuto.

ANNO 2016

ANNO 2015 - APPLICAZIONE DEL TRIBUTO

Nel Comune di Basiliano, sono assoggettati alla TASI:
- l'abitazione principale, comprese quelle accatastate nelle categorie A1, A8 e A9, e alle pertinenze della stessa, L'abitazione principale è l'immobile nel quale il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente; per pertinenza si intendono i fabbricati classificati nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, limitatamente ad una unità pertinenziale per ciascuna categoria, pur se iscritte in catasto unitamente all'unità abitativa;
- la casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
- un unico immobile posseduto e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e civile, nonchè dal personale del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e, fatto salvo quanto previsto dall'art.28, comma 1, del D.Lgs. n. 139/2000, dal persoanle appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica;
- una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già' pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso. A tale immobile, la TASI è applicata, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi;
- l'unità immobiliare e relative pertinenze concesse in comodato dal soggetto passivo dell'imposta a parente in linea retta entro il primo grado (genitori/figli) che la utilizza come abitazione principale, a condizione che il comodatario (utilizzatore) appartenga a un nucleo familiare con ISEE non superiore a 15.000,00.= euro annui. Per usufruire del beneficio il possessore dell’immobile è tenuto a presentare comunicazione all’ufficio tributi, corredata dalla citata attestazione ISEE, utilizzando gli appositi modelli predisposti dall’ufficio stesso, entro la scadenza del saldo IMU. In caso di più unità immobiliari la predetta agevolazione spetta ad una sola unità immobiliare.

Come si determina il tributo
La base imponibile è quella prevista per l'applicazione dell'IMU. Il Comune di Basiliano con delibera consiliare n.29 del 05.06.2015 ha stabilito per l'anno 2015 l'aliquota dell'1,90‰.
La TASI si paga in percentuale sul valore del fabbricato ed è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso applicando quindi le regole dell'IMU.

Come si calcola
La TASI si calcola applicando alla base imponibile l'aliquota deliberata annualmente dal Consiglio Comunale. La base imponibile è rappresentata dalla rendita catastale (attribuita dall'Agenzia del Territorio) rivalutata del 5% e poi moltiplicata per il coefficiente 160.
E' attivo il programma (clicca qui) per effettuare il calcolo del tributo che permette la stampa del modello F24 per il relativo pagamento.

ANNO 2015 - PAGAMENTO DEL TRIBUTO

La TASI si paga in due rate scadenti il 16 giugno ed il 16 dicembre 2015.
Il tributo deve essere versata esclusivamente con il modello F24, presso gli sportelli postali o bancari, nonchè on-line tramite i servizi di home banking.

I codice da utilizzare sono i seguenti:
Codice comune: A700
Codice tributo: 3958 denominato TASI – tributo per i servizi indivisibili su abitazione principale e relative pertinenze.

Il versamento non va effettuato qualora l'importo annuo dovuto sia inferiore ad euro 12,00.=

DICHIARAZIONE

Ai fini della TASI si applicano le disposizioni concernenti la presentazione della dichiarazione dell'IMU. In sede di prima applicazione del tributo si considerano valide tutte le dichiarazioni presentate ai fini dell'IMU o della previgente ICI, contenenti tutti gli elementi utili per l'applicazione del tributo.
Tutti i possessori di immobili soggetti alla TASI che non hanno presentato nel tempo una valida dichiarazione ICI o IMU, ovvero la cui dichiarazione non contiene tutti gli elementi necessari per applicare il tributo, nonchè tutti i detentori degli stessi, sono tenuti a presentare la dichiarazione TASI.

La dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo alla data in ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione del tributo, utilizzando il modello in distribuzione presso l'ufficio tributi.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei deti ed elementi dichiarati che determinano un diverso ammontare del tributo dovuto.